Covid19: opposizioni in Regione avviano iter per commissione d’inchiesta

da Giusy Chiricò
88 visualizzazioni

Nella giornata di martedì 14 le fiamme gialle avevano perquisito la sede del Pio Albergo Trivulzio, nell’ambito dell’inchiesta aperta dalla Procura di Milano nei confronti dei vertici di una serie di Residenze sanitarie assistenziali, e legata all’elevato numero di morti tra gli anziani ospiti, colpiti dal coronavirus.

Intanto, i consiglieri delle forze di opposizione in Consiglio regionale della Lombardia – Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Lombardi Civici Europeisti, Più Europa/Radicali, Italia Viva – hanno depositato oggi le firme necessarie per l’istituzione di una Commissione consiliare di inchiesta sulla gestione dell’emergenza Covid-19 in Regione Lombardia. Lo hanno annunciato ieri mattina in una conferenza stampa tenuta a Palazzo Pirelli, sede del Consiglio regionale, e diffusa via Facebook, i cinque capigruppo: Fabio Pizzul (PD), Marco Fumagalli (M5S), Niccolò Carretta (LCE), Michele Usuelli (+ Europa) e Patrizia Baffi (IV).

Secondo le previsioni dello Statuto regionale della Lombardia, articolo 19, la commissione di inchiesta ha il potere di indagare su questioni di spettanza del Consiglio Regionale e può essere istituita su richiesta motivata sottoscritta da almeno un terzo dei Consiglieri regionali, quindi almeno 27. I gruppi di opposizione hanno i numeri necessari per chiederne l’istituzione, a cui deve dare seguito l’Ufficio di presidenza del Consiglio entro 15 giorni dal ricevimento della richiesta.

Leggi anche