Serrata locali, ristoratori pronti a scendere di nuovo in piazza: ‘fateci lavorare non siamo untori’

da Ermanno Bidone
107 visualizzazioni

‘Ci lascino lavorare, si rivedano le norme, o scenderemo ancora in piazza’. Così Edoardo Verri, uno dei ristoratori che, lo scorso 15 gennaio, si erano ritrovati a pavia assieme ad agli operatori di altre categorie penalizzate dalle restrizioni per far sentire la propria voce di imprenditori stremati dalla pandemia alle istituzioni. Edoardo, come molti altri, sta sistemando le aree esterne del suo locale sulle rive del Po nei pressi del ponte della Becca  ma, ad oggi, anche in queste condizioni, non ci sono certezze sulla riapertura. 

Nella morsa delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria, le imprese del settore stanno valutando ogni opzione, compresa quella di dotarsi di macchinari certificati in grado di purificare l’aria simili a quelli impiegati in ambiente ospedaliera – spiega Verri – ma, al momento, anche in questo caso non ci sono certezza che dotazioni simili possano garantire di poter riaprire anche a basso regime. 

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com