Milano. Raddoppiano i focolai nelle scuole: 175 nuovi contagi

da Benedetta Maffioli
49 visualizzazioni

Continua a salire il bilancio degli alunni trovati positivi tra i banchi delle scuole degli istituti scolastici della città di Milano e provincia.

Dal 5 all’11 ottobre infatti l’Ats città metropolitana di Milano ha ricevuto 175 segnalazione di casi positivi: 147 alunni e 28 operatori scolastici.

Più del doppio della settimana precedente dove tra studenti e operatori i positivi erano 85, già allora il doppio della settimana ancora prima quando erano, invece, 39 i contagiati.

È questa la situazione fotografata dall’ultimo bollettino dell’Ats città metropolitana di Milano, che evidenzia anche come dei 175 nuovi casi positivi al coronavirus, 103 siano solo nella città di Milano, 65 in provincia e 7 in provincia di Lodi. 

Ai nuovi contagi si aggiungono anche le classi in isolamento: sarebbero 2.811 gli alunni in quarantena e 84 gli operatori scolastici. 

Anche qui con cifre che raddoppiano quelle della settimana scorsa dove costretti a casa c’erano 1471 persone tra studenti e personale scolastico. 

Secondo gli esperti, ad ammalarsi sono soprattutto i ragazzi dei licei, che non si infettano a scuola, ma fuori nei momenti di socialità, dove meno riescono a rispettare distanziamento e utilizzo di dispositivi di protezione personale. 

Della stessa idea anche il sindaco Beppe Sala, che ha ribadito negli utilizzi giorni, nonostante l’aumento dei nuovi positivi nella città di Milano, di volere tutelare l’idea della scuola in presenza, schierandosi con la ministra Azzolina, che si è opposta alla proposta di alcuni governatori di favorire la didattica online per le scuole superiori. 

Tra questi anche il presidente di regione Lombardia Attilio Fontana, che, infatti, prendendo visione del nuovo dpcm, che entra in vigore oggi, si è detto rammaricato del fatto che non siano stati affrontati temi, quali la didattica a distanza per i licei e l’affollamento dei mezzi pubblici.

Leggi anche