Arriva il nuovo Piano anticovid nelle scuole: tamponi in giornata senza prenotazione

da Benedetta Maffioli
32 visualizzazioni

Dopo la prima campanella di inizio che ha riportato oltre un milione di studenti sui banchi, in Regione Lombardia scatta il piano anticovid a scuola, per chiarire tutti i dubbi su come comportarsi in caso di alunni positivi o con sintomi sospetti. 

Due le grandi novità delle nuove linee guida: da un lato tamponi senza prenotazione, basterà infatti un’autocertificazione, con risultato già in giornata per tutti gli studenti e gli insegnanti con sintomi sospetti da coronavirus; dall’altro niente certificato medico, invece, per chi torna in classe dopo dei giorni di assenza, se però i sintomi non sono stati quelli del covid.

E solo un caso di covid accertato farà scattare l’isolamento per tutti i contatti stretti, intesi come i compagni di classe presenti in aula nelle ultime 48 ore, escluso, invece, il personale scolastico che abbia osservato le regole sul distanziamento e sull’utilizzo della mascherina. 

Il nuovo protocollo anti covid, definito dalla direzione generale Welfare e condiviso con i rappresentati dei Pediatri e dei medici di medicina generale, è stato così trasmesso  a tutte le autorità sanitarie territoriali e agli istituti scolastici di ogni ordine e grado.

Ma sono solo le prime indicazioni che, arrivano in un periodo così incerto e come avverte regione Lombardia, potranno essere aggiornate in ogni momento, grazie ad un gruppo di lavoro che aiuterà anche i medici a distinguere i casi covid da una normale influenza, evitando di ricorrere al tampone, qualora non ve ne sia bisogno. 

L’accesso diretto al tampone con autocertificazione per gli studenti e il personale scolastico, sarà garantito in caso di rilevazione di sintomi a scuola, ma anche al di fuori dall’ambiente scolastico a seguito di indicazione del Medico o del Pediatra.

I punti tampone verrano definiti dal coordinamento ATS/AASST e saranno accessibili tutti i giorni dal lunedì al sabato per almeno 4 ore al giorno durante la mattinata. 

I laboratori processano i tamponi in giornata e provvederanno a caricarne gli esiti sul Fasciolo Sanitario Elettronico e sul ‘flusso tamponi’ entro le ore 23. Così che ATS, medici e pediatri potranno visualizzare gli esiti tramite gli appositi cruscotti o strumenti informatici dedicati.

Per l’assessore al Welfare Giulio Gallera “la sicurezza sanitaria nel corso dell’attuale stagione scolastica quantomai delicata è una sfida che va affrontare solo attraverso un’alleanza tra famiglie, istituzioni, enti sanitari, medici di medicina generale, pediatri, istituti scolastici, in modo da poter garantire l’equilibrio tra lo svolgimento dell’attività didattica e l’attuazione dei protocolli anti covid tutelando studenti e personale scolastico”. 

Leggi anche