Algoritmo, tornelli intelligenti, sanificazioni: Atm Milano prepara il piano per la fase 3

da Benedetta Maffioli
30 visualizzazioni

Atm, entra nella fase 3, dopo l’ultimo decreto approvato dalla presidenza del Consiglio che determina la possibilità di riemprie, autobus, metro e bus fino all’80 per cento della loro massima capienza. 

L’azienda di trasporto pubblico milanese presenta così il nuovo piano d’azione, in vista soprattutto di un notevole aumento dei flussi di passeggeri previsto già da lunedì 14 settembre, con la ripresa di tutte le scuole. 

Per una migliore gestione dei mezzi e per evitare sovraffollamenti, atm si avvallerà anche della tecnologia: sull’app dell’azienda, i passeggeri potranno d’ora in poi consultare l’affluenza in tutte e 113 le stazioni della metro, secondo le diverse fasce orarie e pianificare al meglio i propri spostamenti. Un algoritmo elabora, infatti, i dati sull’andamento dei flussi e fornisce una previsione costantemente aggiornata del grado di frequentazione delle stazioni.

Inoltre, saranno progressivamente rimossi all’interno dei veicoli sia gli adesivi dei posti a sedere, che tornano a essere tutti utilizzabili, sia i marker rossi “stai qui” a bordo di treni, bus, tram e filobus. Resteranno invece i marker rossi in tutte le zone di attesa, così come rimarrà la segnaletica dei percorsi guidati nelle stazioni per indirizzare i flussi in entrata e uscita, nei corridoi e negli snodi di interscambio. 

In metropolitana, poi, saranno ricalibrati i sistemi di conteggio automatico dei passeggeri ai tornelli, portando la capienza massima non oltre l’80%: e ove sarà necessario, vale a dire nel caso in cui il numero di passeggeri dovesse superare la soglia prevista, gli ingressi saranno contingentati con la chiusura temporanea dei tornelli.

In superficie, invece, in caso di raggiungimento della capacità massima del mezzo, il conducente inviterà con annunci sonori gli ultimi passeggeri saliti a scendere e ad attendere il mezzo successivo. In ogni caso, in situazione di necessità il conducente, sempre in costante collegamento con la sala operativa Atm, potrà richiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine.

Nuovi interventi di sanificazione, inoltre, si aggiungono al piano straordinario che Atm ha messo in atto fin dall’inizio dell’emergenza, che già prevede una sanificazione quotidiana.

Queste azioni vengono rafforzate con attività di igienizzazione dei mezzi anche durante il giorno, Oggi, tra attività notturne e diurne, sono impiegate 400 persone per sanificare i 1.600 mezzi e tutte le 113 stazioni della rete metropolitana.

In più già da fine agosto Atm ha dotato tutte le 113 stazioni delle quattro linee metropolitane di distributori di gel igienizzante per le mani e da lunedì 14 settembre, tutti i 100 filobus della linea 90/91 saranno dotati di dispenser di gel, tre per ogni veicolo, in corrispondenza di porte e convalidatrici.

Rimarrà, infine, sempre obbligatorio l’utilizzo della mascherina in fermata, all’interno delle stazioni e in tutti gli spazi comuni.

Leggi anche