Approvato il bilancio 2019 del Clir. Da decidere il futuro dell’azienda

da Paolo Barni
48 visualizzazioni

Dopo innumerevoli peripezie, l’assemblea dei comuni soci del Clir è arrivata ad approvare il bilancio del 2019. Si sono così evitati gli scenari più traumatici, come il fallimento immediato dell’azienda. La perdita certificata, per il solo 2019, è di 600.000 euro. Lo scoglio da affrontare ora, però, è quello della pesante situazione debitoria, che ammonterebbe a circa 6 milioni.

C’è una componente di sindaci, per ora minoritaria a livello di partecipazione azionaria, che si schiera per cessare il più velocemente possibile l’esperienza di Clir, con la messa in liquidazione immediata. Ci sono altri sindaci, invece, che rappresentano la maggioranza delle quote anche perché fra di loro ci sono i comuni più grandi, che sono per cercare quantomeno di dilatare i tempi ed elaborare un piano di rientro per la tutela di dipendenti e fornitori. Per questo motivo si è deciso di formare un apposito tavolo tecnico, che dovrà capire se si può elaborare una soluzione.

Se non si trovasse una via d’uscita, si passerebbe nuovamente dal voto dei sindaci per la messa in liquidazione. Nei prossimi giorni dovrebbero riunirsi il comitato di controllo analogo, collegio ristretto di sindaci con compiti di vigilanza, e il consiglio di amministrazione, che dovrà prendere atto degli ultimi sviluppi e ipotizzare le nuove mosse.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com