Il nuovo volto di Lambrate, presentato il progetto per lo scalo

da Giovanni Migone De Amicis
79 visualizzazioni

Un lungo serpentone verde che si snoda lungo i binari della Ferrovia. In mezzo case di edilizia sociale e piazze, nuovo centro di aggregazione per un quartiere che cerca riscatto dopo tanti anni di abbandono. Per vedere la nuova faccia dello scalo ferroviario di Lambrate, però, servirà aspettare tra i 4 e i 6 anni. Improbabile dunque vedere un nuovo quartiere nel quartiere entro le Olimpiadi del 2026, ma intanto il progetto c’è e tanto basta a far sognare la rinascita dall’area.

Tre piazze, case a prezzi accessibili e servizi immersi in un parco da oltre 41mila metri quadrati: sarà questo il nuovo volto dello Scalo ferroviario, disegnato dal progetto, “Lambrate Streaming”, che si è aggiudicato il bando internazionale Reinventing Cities ed è stato presentato questa mattina alla Triennale di MIlano.

Cuore del progetto è il grande parco pubblico, che occuperà il 65% dell’intera area, più di quanto previsto dall’accordo di programma per la rigenerazione degli scali ferroviari.

L’area verde, con 900 alberi, si estenderà lungo tutta la lunghezza dell’area, mentre al centro dell’insediamento ci sarà un sistema a tre piazze-giardino collegate tra loro.

Sei, invece, gli edifici che ospiteranno 307 abitazioni a pezzi accessibili, rivolte prevalentemente a giovani e studenti, per un totale di oltre 19mila metri quadrati.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com