Straordinari di luglio, class action delle maestre

da Mario Fortunato
62 visualizzazioni

Una class action per ottenere le ore straordinarie del mese di luglio. Le insegnanti delle scuole d’infanzia del capoluogo sono pronte a far partire una maxi azione legale per rispondere alla decisione dell’amministrazione comunale di Pavia di sottrarre le ore straordinarie timbrate e autorizzate per attività didattica diretta.

Un problema che ha coinvolto poco più di trenta delle circa cento insegnanti che nei lunghi mesi del lockdown, per il coronavirus, hanno utilizzato lo strumento dello smart working senza rispettare gli orari. Un tema sollevato dalla Uil che ha evidenziato, attraverso il segretario responsabile delle amministrazioni locali Maurizio Poggi, come nessuno abbia detto nulla alle insegnanti durante i tre mesi di chiusura. E così le ore straordinarie di luglio sono state sottratte.

Per questo motivo, non appena sarà possibile, verrà proclamato lo stato d’agitazione. Diverse lavoratrici, intanto, hanno deciso di firmare una class action per tutelare i loro diritti. Accumulando ore straordinarie, ha aggiunto il sindacato, alcune insegnanti sono riuscite ad andare in pensione anche con due mesi di anticipo, trasformandole in giorni di riposo. Ora sono stati invece tolte con una semplice comunicazione. Un problema su cui dipendenti e Uil intendono andare fino in fondo.

Leggi anche