Certosa, l’amministrazione approva il bilancio

da Mario Fortunato
65 visualizzazioni

Un documento complicato, probabilmente il più difficile per il sindaco di Certosa Marcello Infurna sotto la sua gestione. Nei giorni scorsi l’amministrazione ha difatti approvato il bilancio di previsione per il 2020. Bilancio ridisegnato completamente a causa dell’emergenza economica dettata dal coronavirus. Uno scenario difficile che ha visto il calo drastico delle entrate cosiddette extratributarie, che riguardano cioè parcheggi, introiti per violazioni del codice della strada, tasse e concessioni, per citare alcune tra le voci principali. Una fetta importante del bilancio da circa mezzo milione di euro.

Le entrate tributarie restano invece intatte, con un calo riferito all’azzeramento della Tari per i commercianti, nei tre mesi di lockdown a causa del coronavirus, e le agevolazioni sui tributi alle famiglie che ne faranno richiesta. Le poche risorse disponibili sono così state riallocate sul sociale e sugli aiuti alla cittadinanza.

Attenzione anche al settore dell’istruzione, per garantire il rientro a scuole in sicurezza degli studenti il prossimo mese di settembre. Sono stati ovviamente azzerati i capitoli di spesa riguardanti le manifestazioni, a cominciare dalla sagra di luglio fino ad arrivare alle manifestazioni natalizie: una scelta dettata sia da motivi sia sanitari che economici. Certosa però non dimentica gli investimenti sul futuro: 700mila euro per il completamento delle scuole e la riqualificazione del cimitero. Interventi che non possono più attendere.

Leggi anche