Vaccino in Lombardia: aprono prenotazioni per gli over 50

da Giusy Chiricò
416 visualizzazioni

A mezzanotte si sono aperte sul portale di Poste, e da stamattina anche sugli altri canali ( il numero verde, Postamat e portalettere), le prenotazioni del vaccino antiCovid per i cinquantenni lombardi. I nati tra il ’62 e il ’71 che non appartengono per professione, patologia o in quanto caregiver alle categorie prioritarie sono i primi vaccinandi della fase “di massa” della campagna che sabato, in Lombardia, ha scollinato il traguardo dei quattro milioni di dosi d’antiCovid iniettate dal 27 dicembre 2020: a sera il contatore della Regione segnava 4.083.232, di cui 84.128 somministrate nell’arco della giornata al ritmo imposto negli ultimi giorni dalla struttura commissariale in attesa delle prossime forniture.

Circa un milione e mezzo di questi vaccini sono stati iniettati nelle province di Milano e Lodi: l’ultimo report dell’Ats Metropolitana, segnava 967.942 prime dosi somministrate e 386.905 richiami, e il ritmo quotidiano, che tra fine aprile e inizio maggio ha toccato picchi di oltre 35mila iniezioni di cui oltre 25mila prime dosi, spinge l’area metropolitana (incluso il Lodigiano) verso il traguardo del milione di prime dosi iniettate. Sin qui, il 60% sono state di Pfizer, il 34% di AstraZeneca, il 5% di Moderna mentre la quota di J&J, appena arrivato, è inferiore all’1%.

I dati più recenti del contatore regionale, aggiornati a ieri mattina, dicono che in provincia di Milano 910.031 residenti hanno avuto la prima dose (e 345.530 anche la seconda): è protetto con almeno una razione d’antiCovid il 32,22% del target, censito in due milioni 824.029 milanesi sopra i 16 anni.

E Milano città le persone vaccinate sono pari al 31,8% della popolazione-target.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com