Vaccini, Salvini ‘’Tecnici in Regione non all’altezza’, il Pd replica ‘Guardi alla Giunta’

da Giovanni Migone De Amicis
149 visualizzazioni

“Bisogna correre e se qualcuno ha sbagliato paga. Anche nella macchina tecnica di Regione Lombardia evidentemente c’è qualcuno che non è all’altezza del compito richiesto”. Le parole di Matteo Salvini sulle difficoltà registrate in Lombardia nelle chiamate per il piano vaccinale suonano come una presa di coscienza del fatto che all’ombra del Pirellone a trazione leghista, qualcosa non stia funzionando come dovrebbe.

Un riferimento dunque a figure tecniche all’interno della macchina regionale, ma per il Partito Democratico Lombardo le responsabilità sono da ricercare più in alto.

La controreplica arriva da una nota di Fabrizio Cecchetti, vicecapogruppo della Lega alla Camera e coordinatore della Lega in Lombardia. La nostra regione – fa notare Cecchetti – ha già vaccinato oltre 830mila persone ed è regolarmente partita la campagna vaccinale per insegnanti e personale scolastico, con ben 138mila adesioni. Su eventuali disguidi tecnici, Cecchetti tira dritto: “Ci sono sempre” replica, ricordando che si sta parlando di una campagna vaccinale di massa: “stiamo tutti lavorando giorno e notte” conclude, rivolgendo al PD un appello alla comune responsabilità perché si remi tutti nella stessa direzione.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com