Vaccini, Pavesi: ‘Bassa adesione dei 75-79enni, la causa è AstraZeneca’

da Benedetta Maffioli
190 visualizzazioni

“Oggi apriamo anche agli over 70, perché l’adesione dei 75-79enni è un po’ inferiore di quella che ci aspettavamo e il tema è Astrazeneca” 

Sono le parole del direttore generale Welfare della Regione Lombardia Giovanni Pavesi, che oggi è intervenuto in commissione congiunta bilancio e sanità del Pirellone, riferendo in merito all’avvio, questa mattina, dell’apertura delle adesioni per la campagna vaccinale anti Covid rivolta ai 70-74enni, che potranno prenotarsi sul portale di poste italiane, da giovedì 8, invece che dal 15 di aprile. 

“Abbiamo aperto il portale alla fascia 75-79 anni e abbiamo avuto un’adesione massiccia i primi due giorni e poi lentamente è scemata” – ha infatti detto Pavesi che ha dato la colpa  della scusa adesione alla paura che ormai i cittadini hanno del siero anglo-svedese— “Se oggi si presenta un 70-75 enne e rifiuta AstraZeneca, non so come dobbiamo comportarci, ci stiamo pensando”, riferisce ancora il dg sottolineando che “è un grosso problema”.

Per quanto riguarda, invece, la campagna di vaccinazione degli over 80, Pavesi ha riferito ai consiglieri che probabilmente l’impegnò di vaccinare tutti gli ultra 80enne entro l’11 aprile  con la prima dose non si realizzare al 100 per cento, ma la percentuale sarà sufficiente a raggiungere l’immunità di gregge della popolazione anziana. 

“In questo momento raggiungiamo la copertura dell’80% dei cittadini over 80 che avevano aderito alla vaccinazione – ha spiegato il dg, da mercoledì’ – ha poi ricordato Pavesi – anche i cittadini over 80 che ancora non hanno avuto l’appuntamento possono prenotarsi attraverso il sistema di Poste oppure presentarsi direttamente ai centri vaccinali. La Regione inoltre in collaborazione con i Comuni cercherà di intercettare anche i “circa 50 mila” over 80 che risultano non avere ancora aderito alla campagna vaccinale.

 Pavesi ha infine riferito il dato sulle vaccinazioni tra il personale scolastico: “Viaggiamo ormai verso il 90% di copertura. E’ una platea di circa 220 mila cittadini di cui 190 mila hanno già ricevuto la prima dose”.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com