Spostamento tra Regioni, prorogato il divieto fino al 27 marzo

da Benedetta Maffioli
22 visualizzazioni

Stop agli spostamenti tra le regioni per altri 30 giorni a partire dal 25 febbraio. 

Il nuovo decreto è stato approvato lunedì 22 febbraio dal consiglio dei ministri, dopo che domenica la proroga del divieto aveva ricevuto l’ok dei governatori nella conferenza tra stato e regioni. 

La decisone di non aprire i confini regionali fino al 27 di marzo, anche per le regioni che si trovano in zona gialla, arriva per arginare la diffusione del coronavirus, poiché in molte regioni l’indice Rt nell’ultima settimana ha superato la soglia dell’1, ma soprattutto per ridurre i rischi che le nuove varianti possano circolare più velocemente. 

Durante il vertice tra Stato e Regioni i governatori hanno anche portato al ministro degli affari regionali, Mariastella Gelmini, e al ministro della Salute, Roberto Speranza, un documento unitario, di 6 punti, con le proposte delle Regioni in vista in vista del nuovo Dpcm e che dovrebbe entrare in vigore il 5 di marzo e che verrà discusso in consiglio dei ministri nei prossimi giorni. 

Tra i punti più importanti del nuovo documento il capitolo vaccini, con la richiesta di un cambio di strategia per recuperare più vaccini possibili, e l’urgenza di coinvolgere nella fase produttiva anche aziende e realtà italiane. 

Un altro punto fondamentale per i governatori è la necessità di nuove regole per i cambi di fasce di colore, affinché i provvedimenti di chiusure o aperture vengano resi noti con un congruo anticipo ai cittadini e alle categorie economiche.

Infine, le regioni chiedono maggiori certezze sui ristori, affinché ogni chiusura preveda contemporaneamente l’erogazione di ristori adeguati nel medesimo provvedimento. 

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com