Scuola, a Milano mercoledi’ il ritorno in aula dei primi 250 mila alunni

da Giusy Chiricò
49 visualizzazioni

Mercoledi 7 aprile torneranno sui banchi delle scuole milanesi poco meno di 250mila alunni, dalla scuola dell’infanzia alla prima media insieme ai piccoli del nido. Non archivieranno ancora la “Dad“ – salvo cambi di colore repentini o sentenze – oltre 193mila studenti. Restano collegati da casa, insieme ai ragazzi di seconda e terza media, tutti e 117.586 gli studenti delle superiori statali della provincia, più 13.431 compagni delle paritarie e 2.813 iscritti ai percorsi di formazione professionale. Uniche eccezioni per gli studenti con bisogni educativi speciali, che possono essere accompagnati in aula anche da qualche compagno per favorire l’inclusione, e per i laboratori. Vale per le superiori, vale anche per le medie.

Confermato l’obbligo di mascherina dai 6 anni in su, quello che cambia – rispetto a prima della chiusura del 5 marzo – è che nel frattempo si è vaccinato l’80% del personale scolastico: fino a domenica inclusa hanno ricevuto la prima dose in Lombardia 176.481 persone delle 221.336 presenti negli elenchi; 651 hanno ricevuto la seconda dose. Altra novità, la gestione delle quarantene. Per la ricerca dei contatti stretti resta valida la regola delle 48 ore precedenti, salvo “infezione da variante”: se identificata da Ats, la ricerca dei contatti va estesa ai 14 giorni antecedenti la data del tampone o la data di inizio sintomi del caso positivo. La durata della quarantena è di 14 giorni dall’ultimo contatto, non potrà essere interrotta al decimo giorno con tampone negativo.

Nelle scuole in cui il 30% delle classi ha almeno un caso Covid, Ats può valutare la sospensione delle attività in presenza dell’intero plesso. Scatterà in automatico se la percentuale sale al 50%, con obbligo di quarantena per tutti. In entrambi i casi, Ats valuterà se sottoporre o meno a screening l’intero istituto.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com