Ristori della Lombardia, già erogati contributi per 67 milioni: 32 per bar e ristoranti

da Giusy Chiricò
31 visualizzazioni

Quasi 46 mila le domande di indennizzi ricevute da Regione Lombardia nell’ambito del piano di rilancio per le filiere produttive che stanno particolarmente soffrendo la crisi e rientrano nei parametri delle micro imprese (non più di 10 dipendenti e non più di 2 milioni di fatturato). Ma soprattutto esclude dai decreti cosiddetti “Ristori” del Governo nazionale.

In totale sono stati erogati contributi per 67 milioni e 830 mila euro. Gli ultimi bonifici sono stati disposti il 31 dicembre 2020, quindi stanno per essere pagati. In tutto la Regione ha messo a disposizione 210 milioni di euro. All’iniziativa si può accedere con una particolare procedura semplificata chiesta esplicitamente dal presidente della giunta, Attilio Fontana, per facilitare la presentazione delle domande.

Una specifica misura è prevista per i lavoratori autonomi senza partita Iva privi di qualunque forma di sostegno del reddito, rimasti totalmente esclusi da ogni forma di ristoro degli ultimi provvedimenti governativi. Per quanto riguarda le categorie dei ristoratori e dei bar, il piano “Rilancio Lombardia” ha previsto uno specifico bando stato aperto il 19 dicembre e chiuso il 23 dicembre 2020.

Il totale che sarà liquidato a ristoranti e bar che hanno presentato correttamente le oltre 20 mila richieste è di circa 32 milioni di euro. Questi interventi organici previsti da “Rilancio Lombardia” si affiancano al Piano Lombardia, che ha in dote quattro miliardi di euro per investimenti da parte dei Comuni, Province, Enti che realizzano opere necessarie per i territori e il loro rilancio.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com