Plasma Iperimmune, in 6 mesi raccolte mille sacche da Avis Lombardia

da Benedetta Maffioli
24 visualizzazioni

È stato presentato oggi, in teleconferenze il progetto plasma iperimmune covid , siglato da Avis Lombardia con la Regione, dopo sei mesi dalla partenza della sperimentazione. 

Una raccolta che ha coinvolto tutti i donatori periodici di Avis, che hanno deciso di adire al progetto, e sottoporsi contestualmente alla donazione, ad un test sierologico e ad un tampone, per vedere se avessero sviluppato gli anticorpi covid necessari alla donazione del plasma iperimmune, destinato sia all’uso clinico che a quello farmaceutico. 

In tutta la Lombardia, le percentuali più alte di donatori con anticorpi tali, da poter donare il plasma iperimmune, si sono riscontrate nei territori più colpiti dalla prima ondata di coronavirus, come ad esempio Bergamo dove dei 1400 donatori, il 22 per cento è risultato positivo al test sierologico e di questi circa il 40 per cento con iper immunità a distanza anche di mesi dall’infezione primaria, per un totale di 300 sacche di plasma Iperimmune

A Milano invece, la percentuale è molto più ridotta, delle 2.800 sacche raccolte dalla fine di luglio a settembre, 28 erano di plasma idoneo, solo l’1 per cento del totale. 

Le circa 2 mila 200 sacche di plasma iperimmune raccolte in Regione Lombardia, saranno principalmente utilizzata per la sperimentazione nella cura dei malati covid, terapia non ancora dimostrata nella sua efficacia, ma molto promettente. 

Leggi anche