Milano, tutti pazzi per la bici: assalto ai negozi e vendite record

da Benedetta Maffioli
28 visualizzazioni

Appena aperti i negozi  di bici di tutta milano sono stati presi subito d’assalto: tra riparazioni e nuovi acquisti sono, infatti, in tanti i milanesi che hanno deciso dall’inizio della fase due di spostarsi sulle due ruote. 

Sarà per la paura di utilizzare i mezzi pubblici o sarà merito degli incentivi del governo per l’acquisto di biciclette e altre mezzi di micromobilità. Ma una cosa è certa l’industria della bici italiana ha registrato un netto incremento delle vendite, secondo Ancma, l’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori, più 400 mila pezzi rispetto al 2019.

Una corsa alla bici così importante che la domanda inizia ad essere superiore dell’offerta, con il rischio che a causa dei due mesi di inattività  in cui non è stato possibile produrne di nuove, presto le biciclette potrebbero venire a mancare 

I milanesi si sono messi fila sia per riparare le vecchie bici lasciate per anni in cantina, sia per comprare nuovi modelli e solo nel mese di maggio è prevista una crescita del settore del 60 per cento.

Ad andare forte in città anche il settore delle due ruote in sharing, tra le BikeMi a stallo fisso e le bici free floating, che si possono parcheggiare ovunque. Dall’1 a 14 maggio gli abbonamenti annuali di BikeMi sono più che raddoppiati 1071, rispetto ai 312 dello stesso periodo dell’anno scorso; e il noleggio delle bici condivise è aumento del 26 per cento rispetto al periodo pre emergenza. 

Leggi anche