Milano, protestano gli ippici: ‘Le corse di trotto e galoppo devono ripartire’

da Benedetta Maffioli
33 visualizzazioni

Far ripartire le corse negli ippodromi il prima possibile. È con questo obiettivo che oggi a Milano, ma anche nelle principali città italiane, allevatori di cavalli, fantini, allenatori, sono scesi in piazza per protestare contro la mancata ripresa delle corse di galoppo e trotto.

“Ippica invisibile”: recita così il grande striscione appeso sotto la prefettura di Milano, la categoria infatti anche in questo ultimo decreto non è stata citata né tra i settori agricoli, né tra quelli sportivi e dello spettacolo, redendo così impossibile determinare una data per la riprese delle corse di galoppo e trotto.

Ma lo stop alle corse continua solo in Italia, in Europa infatti, gli ippodromi sono tornati in attività già da una settimana, con il rischio che gli allevatori italiani inizino a trasferire i loro campioni all’estero. 

Leggi anche