Milano, opposizione chiede il Consiglio Comunale in presenza, protesta tra catene e pantofole

da Giovanni Migone De Amicis
17 visualizzazioni

Una protesta tra catene e pantofole. Il centrodestra milanese scende in piazza con i suoi consiglieri comunali per protestare e chiedere che le sedute del Consiglio tornino a svolgersi in presenza.

Fatta salva una breve parentesi lo scorso settembre, infatti, i banchi dell’aula di Palazzo Marino sono rimasti vuoti dall’inizio di marzo del 2020, mentre, sottolineano i consiglieri, tutte le altre istituzioni, dalla regione al Parlamento, si è tornati a lavorare in presenza.

I consiglieri di Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia e delle liste civiche di opposizione sono dunque scesi in piazza della Scala, davanti all’ingresso di Palazzo Marino, a pochi minuti dall’inizio della seduta del Consiglio. Da qui, hanno risposto all’appello del Presidente dell’aula, Lamberto Bertolé.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com