Isola-Porta Nuova Milano, tra storia e grattacieli: in edicola il volume de Le Guide di Repubblica

da Benedetta Maffioli
87 visualizzazioni

Il bosco verticale, archetipo di un nuovo urbanesimo, che riflette la sua immagine nello specchio di vetro della Torre Unicredit,  Piazza Gae Aulenti, diventata un punto di ritrovo per giovani e famiglie, la torre Diamante, tra i grattacieli più alti della città e  il Parco Biblioteca degli alberi, che in primavera diventa una tavolozza di colori, grazie allo sbocciare di papaveri di ogni tonalità

Sono solo alcuni dei luoghi simbolo, di una Milano, quella del quartiere di Isola e Porta Nuova, che tra nuove architetture ed edifici storici riesce a restituire a chi la vive la sensazione di essere nel punto esatto in cui storia e tradizioni si incontrano con il futuro.

E proprio ora che dopo l’emergenza coronavirus, possiamo tornare finalmente a riappropriarci della città e viverla forse anche più consapevolmente di prima, il nuovo volume della Collana Quartiere Italia de Le Guide di Repubblica, dirette da Giuseppe Cerasa e ora in edicola, è dedicato a questo spicchio di Milano, che tra storia e grattacieli rimane sempre fedele a se stessa.

Dopo il volume su Navigli e Brera, la nuova guida di repubblica sui quartieri di Isola e Porta Nuova, si apre con le parole di Stefano Boeri, l’architetto che con il suo Bosco Verticale ha cambiato il volto di questo angolo di città. 

Alle sue parole, si aggiungono le testimonianze di Enrico Bertolino, Omar Pedrini, Gesuino Nèmus, Diego Dolcini, Mago Forest e di tutti quei personaggi che del quartiere sono l’anima e l’essenza. 

E tra le pagine della nuova guida sfilano in rassegna gli indirizzi dei migliori ristoranti, etnici, street food, pizzerie, botteghe del gusto, poi hotel, dimore di charme, b&b, artigiani e negozi (con circa 200 indirizzi), e numerose anche le opportunità per chi si ritrova a passeggiare tra grattacieli ed edifici dal glorioso passato: la storia e l’urbanistica per cominciare, con  dieci itinerari tematici che vanno a scandagliare quanto di meglio il quartiere sappia offrire (strutture di ultima generazione, teatri, associazioni, librerie, attività dedicate ai più piccoli.

Leggi anche