A Milano sale l’indice RT, Navigli ancora sorvegliati speciali

da Giovanni Migone De Amicis
123 visualizzazioni

L’ultimo dato certificato, quello fornito dall’Ats di Milano, descrive una Milano assediata dal virus, con l’indice RT schizzato a quota 1,34 nell’ultima settimana. Per intenderci, sopra l’1,25 si dovrebbe finire in zona rossa, anche va ricordato come i parametri di valutazione della cabina di regia nazionale prendano in considerazione gli ultimi 15 giorni.

Una situazione che ha spinto le istituzioni milanesi a impedire con ogni mezzo che le immagini dell’ultimo weekend di zona gialla, con la Darsena trasformata in discoteca a cielo aperto e centinaia di ragazzi senza mascherina che bevevano e ballavano, si possano ripetere. Anche il prossimo fine settimana, dunque, sarà mantenuto il dispositivo di sicurezza per l’area dei Navigli, con barriere di filtraggio e controllo agli accessi della zona.

A stabilirlo è stato il Comitato sulla Sicurezza riunitosi in Prefettura, nonostante i rischi per il prossimo fine settimana siano notevolmente ridotti dall’istituzione della zona arancione.

La prefettura è però alla ricerca di una soluzione più strutturale per il futuro e per questo sarà avviato un percorso con gli esercenti della zona per predisporre un piano di contingentamenti delle presenze e di controlli da attivare quando, con il prossimo ritorno in zona gialla, riapriranno negozi e locali.

Nel corso della prossima settimana, quindi, si aprirà un tavolo con i rappresentanti di Confcommercio e Confesercenti, oltre a forze dell’ordine, vigili del Fuoco e Protezione civile, con l’obiettivo di predisporre un piano operativo che, per ora, si applichi all’area dei Navigli, per poi – eventualmente – allargarsi ad altre aree sensibili della città.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com