25 aprile: Nessun corteo, fiori sulle lapidi dei partigiani e un memoriale online

da Giovanni Migone De Amicis
96 visualizzazioni

Come lo scorso anno, non ci sarà il grande e tradizionale corteo per celebrare il 25 aprile, la Festa della Liberazione. Milano però intende omaggiare i partigiani e tutti coloro che hanno combattuto per la libertà, deponendo corone e fiori sulle 470 lapidi in ricordo dei partigiani. Nomi e storie che rivestono, a volte nascosti dall’incuria e dal tempo, i muri della città, ma che Palazzo Marino vuole ricordare nonostante il Covid.

Per il 76esimo anniversario della Liberazione, è online il sito noipartigiani, un Memoriale della Resistenza italiana digitale. Un’iniziativa promossa dalla Presidenza nazionale Anpi, l’associazione Nazionale dei Partigiani Italiani, che racchiude le interviste a chi fece la Resistenza: 600 video di testimonianze comporranno un mosaico virtuale di volti e nomi. Un’anticipazione digitalizzata di quello che sarà il Museo nazionale della Resistenza, che sorgerà in piazzale Baiamonti.

In attesa del museo, questo 25 aprile, avrà celebrazioni in tono minore, con una piccola cerimonia istituzionale, aperta a pochi presenti, tra cui il sindaco Beppe Sala. Si terrà alle 11.30 alla Loggia dei Mercanti, dove verrà realizzata nei prossimi mesi l’’installazione voluta dall’architetto e partigiana, Cini Boeri. Un progetto che prevede due lastre di vetro, con incise frasi sulla Resistenza, circondate da sedute in pietra, che consentiranno a milanesi e visitatori di sedersi e commemorare i 1739 combattenti milanesi, i cui nomi figurano già dal 1953 sulle 19 lastre di bronzo poste sotto le arcate della loggia.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com