Reddito di cittadinanza, Bareggio si prepara ad avviare i Puc

da Luca Pattarini
25 visualizzazioni

Anche il comune di Bareggio punta ad avviare i cosiddetti Puc, i progetti utili per la collettività, per i percettori del reddito di cittadinanza. Si tratta, in sostanza, di lavori socialmente utili che vanno svolti all’interno del proprio comune di residenza, in coerenza con le competenze professionali del beneficiario del reddito.

Le attività messe in campo nell’ambito dei Puc dovranno rispondere ad uno specifico obiettivo da raggiungere in un intervallo di tempo definito. Il progetto potrà riguardare sia una nuova attività sia il potenziamento di una già esistente, ma in nessun caso le attività svolte potranno essere sostitutive di quelle ordinarie né saranno in alcun modo assimilabili ad attività di lavoro subordinato o parasubordinato o autonomo. I percettori del reddito dovranno svolgere questo “compito” per almeno 8 ore settimanali, aumentabili fino a 16, in ambito culturale, sociale o ambientale, ma anche artistico, formativo o per la tutela dei beni comuni.

La giunta guidata dal sindaco Linda Colombo si allinea dunque alle altre amministrazioni comunali del territorio che già nei mesi scorsi avevano avevano avviato i Puc. Uno dei primi comuni era stato Corbetta, dove il sindaco Ballarini aveva approvato i progetti a luglio, seguito a ruota da Abbiategrasso nell’ottobre scorso.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com