Corsico, la Sala consiliare intitolata a Pietro Sanua, sindacalista ucciso dalla mafia

da Stefano Galimberti
61 visualizzazioni

La sala del Consiglio comunale di Corsico in provincia di Milano sarà intitolata a Pietro Sanua, ucciso con la lupara il 4 febbraio 1995 mentre era bordo del suo furgone, diretto, con il figlio, al mercato di via Di Vittorio a Corsico. Lo ha deciso l’assise consiliare nella notte, approvando una mozione proposta dalla Commissione antimafia, trasparenza e controllo degli atti amministrativi. E letta dal presidente Gianluca Vitali.

Segui tutti gli aggiornamenti nella nostra sezione: Ultime Notizie Milano, con servizi video per la città di Milano e dintorni gli aggiornamenti sulle notizie di Milano e dintorni.

“Pietro Sanua – sottolinea il sindaco Stefano Ventura – è stato un commerciante corsichese che si è opposto alla ’ndrangheta con coraggio e sacrificio, a costo della sua stessa vita. La sua scelta di campo in difesa della legalità, come quella di tante vittime innocenti delle mafie, lo rende un uomo di Stato pur non avendo fatto parte delle istituzioni. Per questa ragione sarà motivo di onore e di orgoglio per me e per la nostra comunità – evidenzia il primo cittadino – intitolare la Sala consiliare a Pietro Sanua, un simbolo e un monito di impegno nella lotta alla criminalità organizzata, per tutti noi”.

Lorenzo, il figlio di Pietro, aveva solo 17 anni ed era sul furgone con il padre, nel sedile accanto, quando quel terribile giorno, alle cinque del mattino, mentre stava montando la loro bancarella del mercato, dei sicari si accostarono e spararono, uccidendo Pietro.

Quest’inverno, sempre a Corsico, si era svolto, come tutti gli anni negli ultimi 10 anniversari, la fiaccolata di ricordo di Pietro Sanua, organizzata dal Comune di Corsico, dall’associazione Libera e da Avviso Pubblico, a cui avevano partecipato anche i sindaci delle vicine Trezzano sul Naviglio, Buccinasco e Cesano Boscone.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com