Caso Furci, il Tribunale del Riesame conferma l’arresto dell’ex comandante

da Stefano Galimberti
72 visualizzazioni

Il Tribunale del Riesame conferma la custodia cautelare in carcere per Salvatore Furci, ormai ex comandante della Polizia Locale di Trezzano sul Naviglio arrestato per aver cercato di incastrare la collega Lia Vismara, a capo del Comando dei vigili di Corbetta, con della cocaina in auto.

I giudici del Riesame hanno infatti rigettato il ricorso presentato dai legali di Furci, gli avvocati Paola Bonelli e Gabriele Minniti, ritenendo valida la motivazione con cui il gip di Milano Anna Magelli ha disposto l’arresto in carcere per l’ex ufficiale dei vigili di Corbetta, confermando così anche l’impianto accusatorio eretto dal pm Gianluca Prisco, che ha coordinato le indagini della Squadra Mobile insieme all’aggiunto della Dda Alessandra Dolci.

Il Riesame ha poi confermato il carcere anche per il presunto complice albanese di Furci, Mariglen Memushi. Le difese degli arrestati possono ora presentare un nuovo ricorso in Cassazione.

Il 17 aprile, interrogato dal Gip, Furci si era avvalso della facoltà di non rispondere durante l’interrogatorio di garanzia davanti al gip di Milano Anna Magelli.

La scorsa settimana inoltre, le anticipazioni di un’inchiesta delle Iene hanno rivelato l’esistenza di testimoni dei tentativi di Furci, che secondo le loro parole, avrebbe appunto cercato complici per incastrare non solo la comandante dei vigili di Corbetta Lia Vismara, ma anche il Sindaco Marco Ballarini, forse il colpo grosso a cui Furci puntava. Un Sindaco Ballarini, che non ha mai dubitato dell’innocenza della Vismara tanto da non sospenderla dai suoi incarichi nemmeno per un giorno.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com