Abbiategrasso, Anfass chiede il vaccino anche per i suoi ragazzi disabili

da Stefano Galimberti
13 visualizzazioni

Da Sabato 20 febbraio anche i dipendenti e i volontari di Anfass Abbiategrasso riceveranno la prima dose di vaccinazione. Una notizia importante per l’associazione che si occupa di sostegno di ragazzi disabili e che gestisce un centro a Rosate e uno nelle campagne fra Abbiategrasso e Cassinetta di Lugagnano, il Melograno. Sono 47 i ragazzi seguiti da Anfass, grazie all’aiuto di decine di associazioni del territorio che hanno permesso la costruzione del centro e di tutti i servizi che il Melograno può fornire per curare l e disabilità, spesso gravi, dei ragazzi per i quali però non è ancora arrivata la chiamata per il vaccino.

Soprattutto per quanto riguarda i ragazzi affetti da autismo, come spiega il Consigliere delegato di Anfass Alberto Gelpi, “non si può chiedere loro di indossare la mascherina, perché la avvertirebbero come un corpo estraneo. Per questo motivo è un anno che non possono uscire dalla struttura. Hanno bisogno di tornare a una vita normale”.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com