Teatri illuminati per chiedere la ripartenza degli eventi culturali

da Paolo Barni
11 visualizzazioni

Teatri illuminati in tutta Italia, e anche in provincia di Pavia, a cominciare dal Fraschini. Non con le abituali luci, bensì con luci di scena colorate, per attirare l’attenzione sul settore. È l’iniziativa dell’UNITA, Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo, che nella serata di lunedì ha chiesto di accendere la luce sul teatro, a un anno esatto dalle chiusure. La richiesta che viene fatta al nuovo Governo Draghi è di programmare la riapertura dei luoghi di cultura, ovviamente in sicurezza. A Vigevano i luoghi illuminati erano due: il cinemateatro Odeon e il teatro Cagnoni.

Luci accese anche al Martinetti di Garlasco, dove l’amministrazione comunale ha fatto sapere che una stagione, seppur virtuale, ci sarà: tre opere buffe (“Gianni Schicchi”, “Il Barbiere di Siviglia” e “La Serva Padrona”), più altre rappresentazioni messe in scena da compagnie locali. Tutte saranno registrate e pubblicate su YouTube. L’assessore alla cultura Giuliana Braseschi ha fatto sapere che, al termine di ogni registrazione, il teatro rimarrà aperto e visitabile con le scenografie montate sul palco, per permettere al pubblico di entrare e fare foto nel pieno rispetto delle normative. Si comincerà domenica 28 febbraio con la registrazione di “Gianni Schicchi” di Puccini.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com