Violenza a Milano, minorenni abusate e filmate: 3 arresti

da Benedetta Maffioli
71 visualizzazioni

Violenza sessuale aggravata su minori e diffusione di materiale pedopornografico. È con questa accusa che tre uomini sudamericani, lunedì 1 febbraio, sono stati arrestati dal nucleo Tutela Donne e Miinori della Polizia locale di Milano, per aver violentato due ragazze minorenni, dopo averle stordite con sostanze alcoliche. 

Tutto ha inizio lo scorso 4 dicembre quando una ragazza di 14 anni, accompagnata dalla madre, si presentata alla clinica Mangiagalli, riferendo di aver subito abusi sessuali da parte di un ventiquattrenne, suo conoscente, e di un trentatreenne. 

La giovane racconta ai poliziotti che quel giorno avrebbe dovuto avere un appuntamento con l’amico di 24 anni, ed altri amici, ma ad aspettarla c’erano solo il giovane e un uomo sconosciuto di 33 anni. Convinta dai due a seguirli, i tre dopo aver acquistato alcolici in un supermercato, si recano in uno scantinato in zona, dove iniziano a bere. 

La 14 enne però comincia a non sentirsi bene, ma viene costretta a continuare in attesa, come da loro promesso, dell’arrivo degli altri amici. 

Dopo aver bevuto altri due bicchieri, però, la ragazza perde i sensi e quando riapre gli occhi l’amico più giovane la sta molestando, ma troppo debole per reagire, non riesce a respingerlo, svenendo nuovamente. 

Al secondo risveglio qualche ora dopo, la 14enne si trova in un’auto, sul sedile posteriore con i pantaloni abbassati e il trentatreenne a fianco che continua a metterle le mani addosso. 

Ancora stordita, la giovane si riaddormenta per poi riprendere conoscenza intorno alle 16e30, quando finalmente riesce a farsi  riaccompagnare a casa. 

Grazie alle intercettazioni telefoniche gli agenti hanno recuperato velocemente gravi e plurimi elementi di prova a carico degli indagati e dalle indagini è stato possibile risalire ad un’altra giovane ragazza violentata lo scorso marzo sempre da parte del ventiquattrenne in concorso con un altro uomo di 60 anni. In questo caso, il ragazzo aveva anche realizzato e poi diffuso dei video della violenza sessuale commessa mentre lei era priva di conoscenza. 

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com