Rapine ad anziani con la scusa di vendere frutta per strada

da Giusy Chiricò
100 visualizzazioni

Prima aveva avvicinato un passante, insistendo col dire che i due si conoscevano; poi aveva provato a vendergli con insistenza della frutta (è un venditore ambulante). Infine, rivelando le sue vere intenzioni, lo aveva strattonato all’avambraccio e gli aveva rubato circa mille euro in contanti, che la vittima aveva appena prelevato a uno sportello bancomat, per poi fuggire a bordo di un Fiat Fiorino.

Il fatto risale all’11 luglio 2020 ed è avvenuto a Cassina de’ Pecchi. La vittima, un uomo di 67 anni, aveva denunciato la rapina ai carabinieri, che avevano avviato le indagini concluse ora con l’arresto del responsabile, un uomo di 31 anni originario di Caserta già ai domiciliari a Carugate, dove vive. L’uomo si trova ora in carcere.

Secondo le indagini, il 31enne si sarebbe reso responsabile di diversi colpi, tutti avvenuti ai danni di anziani nel territorio della Martesana e tutti con la stessa tecnica: il pretesto di vendere ortaggi per avvicinarli.

In seguito alle indagini, il Tribunale di Milano ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare per l’ambulante, eseguita dai carabinieri di Cassina de’ Pecchi il 21 aprile con l’arresto e la detenzione in carcere.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com