Muore a 13 anni cadendo dal monopattino. De Corato: ‘Serve una legge’

da Benedetta Maffioli
129 visualizzazioni

Non c’è la fatta il ragazzino di 13 anni che, lunedì pomeriggio alle porte di Milano, è caduto da un monopattino elettrico, prestatogli da un amico, battendo la testa violentemente. Il ragazzo, già in condizioni disperate all’arrivo dei soccorsi, è morto poco dopo il trasporto all’ospedale Niguarda.

L’incidente è avvenuto intorno alle 16.15 di lunedì 30 agosto, sulla ciclabile di via Antonio Gramsci a sesto san Giovanni. Dalle indagini, sembrerebbe che il 13enne avesse chiesto ad un amico di provare il suo monopattino. Il giovane però, inesperto, ha perso il controllo finendo a terra e battendo con violenza la testa sull’asfalto.

Un dramma che riaccende la polemica sull’utilizzo dei monopattini elettrici e del loro uso sregolato che ne fanno soprattutto i più giovani.

Secondo l’assessore alla sicurezza di Regione Lombardia, Riccardo Decorato, è necessario intervenire al più presto con una legge apposita, affinché episodi come questi non siano più all’ordine del giorno.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com