Milano, picchia e sfregia la fidanzata per soldi: arrestato 26enne

da Benedetta Maffioli
127 visualizzazioni

Prima l’ha picchiata, poi con un coltello e una chiave pappagallo l’ha sfregiata in viso, è successo il 28 maggio scorso a Milano, in viale Jenner, dove in seguito ad una lite per soldi, un uomo di 26 anni, cittadino italiano con precedenti, ha quasi ucciso la fidanzata, una 44enne anche lei italiana. L’uomo è stato arrestato sabato per tentato omicidio, lesioni aggravate e sfregio permanente. 

La vicenda è iniziata venerdì sera, intorno alle 20, quando i due iniziano a litigare nell’appartamento di proprietà della donna, che secondo la ricostruzione degli agenti, la 44enne avrebbe venduto proprio la mattina stessa, contro la volontà dell’uomo, per andare poi a trasferirsi a casa sua. Una lite per soldi, che immediatamente scatena la follia del fidanzato che inizia a colpirla alla testa e al volto con un coltello trovato in cucina e una chiave pappagallo. 

Dopo l’aggressione, l’uomo fugge  dall’appartamento, mentre lei, dopo essere riuscita a chiamare i soccorsi, viene trasportata d’urgenza al Policlinico nel reparto di chirurgia, dove poi è stata dimessa con una prognosi di 45 giorni  per frattura delle ossa facciali e una deformazione permanente al viso dovuta alle lesioni.

L’uomo, che per una notte è riuscito a far perdere le sue tracce, sabato mattina si è poi spontaneamente presentato al commissariato di Greco Turro, dicendo di aver esagerato durante la lite. I poliziotti allora lo hanno arrestato e subito portato nel carcere di San Vittore. 

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com