Milano, furto nel box del musicista: sparite chitarre da 150mila euro

da Giusy Chiricò
44 visualizzazioni

Era evidentemente convinto che bastasse sostituire quei capolavori con delle semplicissime chitarre “popolari”. Ma a lui, alla sua vittima, un tenore, quel “piccolo” dettaglio non poteva chiaramente proprio sfuggire. Un uomo di 57 anni, un cittadino italiano senza precedenti, è stato denunciato per il reato di “furto in abitazione” dopo aver rubato undici chitarre di pregio a un musicista a cui lui stesso aveva affittato un garage in piazza Giulio Cesare, proprio sotto i nuovi grattacieli di CityLife.

A identificare il ladro sono stati i poliziotti del commissariato Sempione, che lo corso 8 agosto avevano raccolto la denuncia del tenore. Il cantante aveva raccontato che poche ore prima era passato nel box e si era accorto che le sue chitarre erano state sostituite con altre “tarocche”, di scarso valore.

La vittima ha così messo a verbale che erano sparite delle chitarre per un valore di 150mila euro.

Agli agenti è bastato pochissimo per accertare che il proprietario del garage per ben due notti era entrato nel locale e aveva fatto sparire gli strumenti lasciando “in cambio” le chitarre che aveva comprato pochi giorni prima in un negozio milanese. Identificato e denunciato il ladro – anche lui collezionista -, i poliziotti si sono poi messi sulle tracce delle chitarre rubate, passando al setaccio la casa del 57enne e un’altra ventina di “obiettivi”. Gli agenti sono riusciti nell’impresa di recuperare 10 chitarre – una era già stata venduta online -, che sono state subito restituite al tenore.

Leggi anche