Milano, fermata baby gang: picchiavano e rapinavano coetanei

da Benedetta Maffioli
126 visualizzazioni

Calci, pugni e rapine nei confronti di coetanei, a volte utilizzando anche armi come coltelli e minacciando di morte le proprie vittime. Nella mattinata di giovedì 4 marzo, i carabinieri della stazione di Solaro, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare di collocamento in comunità, emessa dal Gip del Tribunale per i minorenni di Milano, nei confronti di 5 giovanissimi  ritenuti responsabili a vario titolo dei reati di rapina pluriaggravata con armi, lesioni personali aggravate e ricettazione.

Le indagini iniziano lo scorso giugno e nel giro di poco tempo hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico della baby gang che agiva seguendo sempre lo stesso modus operandi. 

Uno degli episodi di cui sono accusati i giovanissimi è di aver picchiato un loro coetaneo che già da mesi tempestavano con messaggi e videochiamate minacciose e offensive, poiché non volevano che frequentasse una loro coetanea. Dopo avergli dato appuntamento a Ceriano Laghetto in Piazza Diaz, lo costringono  a seguirli in mezzo ad un campo, colpendolo con calci e schiaffi, per poi scaraventarlo a terra e continuare a colpirlo , avvicinandogli anche  un coltello al volto e minacciandolo di morte, sottraendogli infine il sue smartphone ed una scarpa.

Analogo episodio era avvenuto tra novembre e dicembre 2019, quando i cinque indagati, hanno picchiato violentemente un altro ragazzino dopo averlo fatto allontanare dall’oratorio sottraendogli anche la felpa che aveva legata alla vita, che uno dei cinque esibiva poi come trofeo in una foto pubblicata sul proprio profilo Instagram.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com