Il Pio Albergo Trivulzio apre le porte alle visite dei familiari

da Giusy Chiricò
39 visualizzazioni

Questa settimana la casa di riposo Pio Albergo Trivulzio, al centro di un’inchiesta per gli oltre 350 decessi causati dal coronavirus, finalmente ha riaperto le porte per le visite dei familiari ai propri cari, rinchiusi al Pat per oltre 3 mesi per via del lockdown.

Le visite che sono iniziate lunedì 22 giugno e proseguiranno così per prossimi dieci giorni di sperimentazione, dureranno un’ora, si svolgeranno all’aperto, a distanza di due metri, con dispositivi di protezione e anche gli ospiti saranno bardati. Sia i parenti che gli anziani dopo gli incontri verranno monitorati e prima delle visite ci sarà un triage.

Leggi anche