Coronavirus: primi 2 pazienti guariti a San Vittore

da Giusy Chiricò
38 visualizzazioni

Una conquista e segnali positivi emergono in questi giorni dalle carceri milanesi: i primi due pazienti guariti dal reparto HUB di San Vittore fanno rientro al reparto ordinario di detenzione e, contemporaneamente a Bollate si è negativizzato il primo detenuto in osservazione.

L’epidemia di COVID 19 ha richiesto l’applicazione di misure particolarmente stringenti anche sulla popolazione detenuta, allo scopo di contenere l’espandersi del contagio in una comunità ad alto rischio, quale è quella del carcere.

La ASST Santi Paolo e Carlo in collaborazione con Regione Lombardia ed Amministrazione Penitenziaria, ha predisposto un reparto attrezzato per la cura del COVID 19 presso l’Istituto di San Vittore, creando a supporto, presso l’Istituto di Bollate, anche un reparto per i casi più leggeri, asintomatici o convalescenti.

L’HUB di San Vittore e il reparto di Bollate hanno una valenza regionale e sono destinati ad accogliere i detenuti ammalati di COVID 19 dagli Istituti Penitenziari della Regione Lombardia.

Questa scelta è dettata dalla necessità di concentrare il rischio infettivo in poche aree particolarmente attrezzate, utilizzando personale medico ed infermieristico, oltre a operatori di Polizia Penitenziaria, stabili e specificamente formati.

A San Vittore è stata, pertanto, concessa una dotazione di apparecchiature che consentono la diagnosi e la cura dei casi di lieve e media. Con questa soluzione è possibile assistere complessivamente sulle due carceri un totale di circa 80 detenuti positivi al COVID 19.

Leggi anche