Voghera, a breve si decide sul biodigestore. Intanto il Tar boccia il ricorso contro quello di Casei

da Ermanno Bidone
151 visualizzazioni

Potrebbe mancare poco, questione di giorni, per il verdetto della Provincia di Pavia sul discusso “biodigestore” di Voghera. La pronuncia del Tar sul ricorso presentato dal Comune di Casei Gerola in relazione all’impianto gemello (già autorizzato) secondo gli esperti fa presumere che una decisione per l’impianto di Campoferro sia ormai imminente. E potrebbe non essere diversa da quella già prospettata per Casei, ovvero: impianto autorizzato con una serie enorme di prescrizioni, 49, che potrebbero rendere antieconomica la realizzazione dell’opera. Rispettandole tutte, infatti, secondo alcuni osservatori, il costo previsto di circa 12 milioni di euro potrebbe lievitare di oltre il 10%.

Se anche per l’impianto di Voghera, contro il quale si era mobilitato un vasto e compatto fronte del no (compreso lo stesso Comune), la Provincia farà lo stesso, non è ancora dato sapere. Certo, la decisione del Tar delle scorse ore, che ha bocciato la richiesta di sospensione cautelare avanzata da Casei Gerola, Molino dei Torti e Legambiente, secondo alcuni farebbe presupporre un epilogo simile. Di fatto però, ad oggi, anche a Casei, dove l’impianto è stato autorizzato, non si sa ancora se e quando l’azienda proponente realizzerà il tanto osteggiato “biodigestore”. 

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com