Ats Pavia svela i 10 centri vaccinali ‘di massa’. Giallo sul futuro dei mini-hub dei sindaci

da Ermanno Bidone
644 visualizzazioni

La campagna di massa contro il Covid in provincia di Pavia si farà in 10 centri vaccinali: 4 nella città di Pavia, 3 in Lomellina e 3 in Oltrepò. Lo ha deciso Regione Lombardia che, nelle scorse ore ha reso noti i dettagli del decreto firmato dal governatore Attilio Fontana. “52 in tutto le linee vaccinali che saranno attivate – ha spiegato Ats in una nota – 16 presso il PalaCampus di Pavia gestito dal policlinico San Matteo), 8 ciascuna presso l’AUSER di Voghera e il Centro commerciale il Ducale di Vigevano gestite da ASST, 5 ciascuna presso la Casa di cura Beato Matteo di Vigevano, l’Istituto Città di Pavia, la Fondazione Mondino e l’Istituto Maugeri”. 

A questi 7 centri si aggiungono 3 ulteriori punti vaccinali più piccoli, uno a Varzi per l’area della Comunità montana, uno a Salice Terme presso Villa Esperia e uno a Pieve del Cairo presso la Cittadella sociale.

Intanto però, come vi abbiamo raccontato a più riprese, proseguono e vanno verso la conclusione le campagne vaccinali organizzate dai piccoli centri in provincia per gli over 80 che, stando alle ultime notizie dunque, nonostante l’organizzazione messa in campo e l’apprezzamento dei cittadini, potrebbero non essere più autorizzati a proseguire.

Qui siamo a Linarolo dove si sono concluse le vaccinazioni degli ultra ottantenni presenti in paese e nel vicino centro di Valle Salimbene. 

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com