Magenta, il Sindaco chiude una scuola per rischio di crolli

da Stefano Galimberti
7 visualizzazioni

È di ieri a mezzogiorno il post con cui il Sindaco di Magenta Chiara Calati ha annunciato che il plesso scolastico De Amicis dovrà rimanere chiuso per una settimana per lavori urgenti, dopo che una relazione dei tecnici del Comune ha rilevato il rischio di crolli nelle Aule. Nelle stesse ore il vicesindaco e assessore all’istruzione Simone Gelli si auto-dichiarava disponibile e contattabile da chiunque, segno che la notizia ha colto di sorpresa l’amministrazione quanto i genitori dei ragazzi, delle scuole elementari, materna e dell’asilo nido presenti nella struttura di via Papa Giovanni Paolo II e che hanno saputo la domenica che i loro figli non avrebbero potuto tornare a scuola il lunedì. La preside dell’istituto Cristina Dressino ha attivato la didattica a distanza e confermato che la notizia è arrivata alla scuola e al in Comune solo sabato: Due settimane fa i tecnici esaminarono il plesso di Pontevecchio, scuola strutturalmente più vecchia e con infiltrazioni segnalate da tempo, ma staticamente sicura. Sabato 20 febbraio è toccato alle De Amicis, dove da tempo si segnalano criticità per infiltrazioni e controsoffitti, e dove si è rilevato un problema serio ai solai, “che non avremmo mai immaginato”, evidenzia la dirigente.

Ed è proprio per il fatto che le De Amicis stiano in una struttura recente che il problema è diventato anche politico.

Munib Ashfaq della Nuova Italia è stato il più duro: L’assessore all’Istruzione non poteva fare lavori di manutenzione durante le feste? Con scuola costruita nel 2007 significa che l’ordinaria manutenzione non è stata fatta. Siamo delusi e basiti”, ha detto Munib Ashfaq.

Ora la buona Politica deve fare la sua parte. – Così ha esordito Enzo Salvaggio, capogruppo Pd in consiglio comunale – “Siamo a disposizione del Sindaco per una riunione già nella giornata di oggi nella quale elaborare gli scenari possibili per sostenere le famiglie in questa settimana” sottolineando poi lo stesso punto dolente: “É una scuola troppo nuova per poter avere questo problematiche e ci saranno molte cose da capire.” Dello stesso avviso anche i civici di Progetto Magenta: “Oggi quella scuola ha bisogno di lavori urgenti. Verrà il tempo in cui chiedere ragione di questa situazione in una scuola praticamente nuova. Ma adesso l’invito è alla collaborazione e alla responsabilità per tutti”.

Leggi anche

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com