Un modello di inclusione capovolta, Anch’io Onlus e il suo lavoro con i ragazzi disabili

scritto da: Stefano Galimberti | 10 Maggio 2022

Un’associazione nata per favorire un modello di inclusione capovolta, dove siano i normodotati a venire in contro ai disabili. E poi la messa all’opera dei ragazzi di Anchi’io Onlus, associazione con sede a Vermezzo con Zelo e che opera nel magentino e nell’abbiatense, come primo modello di integrazione. A Corbetta l’associazione Anchi’io ha realizzato la mappatura di gran parte elle barriere architettoniche per sensibilizzare i cittadini sugli ostacoli che queste possono creare ai disabili, ma la sua opera non si ferma qui.

Con i comuni di Corbetta, Magenta e Santo Stefano Ticino, Anch’io Onlus si adoperata verso Rfi per chiedere di trasformare le stazioni in luoghi fruibili in maniera autonoma anche dai ragazzi disabili.