L’Abbazia di Morimondo e la sua statua rubata 50 anni fa da ricostruire

scritto da: Stefano Galimberti | 19 Ottobre 2021

Uno dei luoghi più iconici del magentino e dell’abbiatense, l’abbazia di Morimondo, meta di turisti che scelgono di passare le domeniche in un borgo caratteristico è diventata ufficialmente proprietà del comune, dopo l’annuncio dello scorso inverno.


Comune che ora vorrà agire per renderla ancor più luogo di interesse per un pubblico che vada ben oltre il nostro territorio.
Ma completato il percorso di acquisizione dell’Abbazia c’è subito un altro obiettivo, riportare a Morimondo, con una copia, una reliquia rubata quasi cinquant’anni fa.


La scultura della Madonnina Ancata che dal XIV secolo era posta sopra l’acquasantiera romanica dell’Abbazia. Per questo è partita una raccolta fondi per finanziare la nuova scultura.