”Limitless”, a Milano arriva il primo di cinque murales su sport e disabilità

scritto da: Benedetta Maffioli | 27 Febbraio 2024

Si chiama “Limitless”, tradotto in italiano “senza limiti”, il nuovo murale che punta a far vedere lo sport come l’occasione per superare se stessi e i propri limiti. L’opera è stata realizzata a Milano, da smoe studio, nell’ambito del progetto ‘Nulla Virtus’ che punta a promuovere una maggior conoscenza tra i cittadini della meningite. Il progetto è stato presentato a Palazzo Pirelli insieme al sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con delega a Sport e giovani, Lara Magoni.

Dich Lara Magoni – Sottosegretario regionale con delega a Sport e giovani

“Limitless” è così il primo di una serie di 5 murales che andranno a costituire un vero e proprio museo a cielo aperto in cui le immagini faranno riflettere i cittadini sull’importanza di non lasciarsi sopraffare dai propri limiti, considerandoli una sfida in più da superare.

Dich

– Tra i relatori del convegno anche Andrea Lanfri, alpinista ed ex-atleta paralimpico che nel 2015, a 29 anni, ha contratto la meningite. “Lo sport – ha evidenziato – è stato in quel momento di difficoltà uno stimolo importantissimo per tornare alla quotidianità. È stato un modo per rimettermi in gioco”.

Dich Andrea Lanfri – Alpinista ed ex-atleta paralimpico

“Con il murale ‘Limitless’ si è voluto così affrontare il tema delle persone diversamente abili rappresentando uno sciatore con una sola gamba. L’idea era testimoniare che si può andare oltre i propri limiti, anche di fronte a problemi come la meningite. Proprio per questo nel murale è presente la bandiera della meningite Dich

SMOE – Ideatore e promotore dell’opera