Emergenza abitativa, la Statale chiede aiuto per creare nuove case per studenti

scritto da: Giusy Chiricò | 04 Aprile 2023

L’emergenza abitativa coinvolge tutti: il tema è ormai di estrema attualità, specie in una città dove gli affitti sono schizzati alle stelle e si affittano anche le soffitte, quello delle abitazioni agli studenti: del problema ormai ne parlano tutti, e a farlo emergere, evidente anche per gli studenti, è stato il Rettore dell’Università Statale di Milano, Elio Franzini.

La difficoltà di reperire stanze e alloggi per gli studenti che arrivano da fuori Milano è un problema che però non riguarda solo la Statale: Il numero uno del Politecnico, Ferruccio Resta, lo ha detto a chiare lettere: “Il tema degli affitti è quello che più ci preoccupa, noi riusciamo a rispondere a circa un quarto delle domande che abbiamo. Abbiamo iniziato da qualche anno un percorso per aumentare i posti letto ma dobbiamo cogliere anche le opportunità del Pnrr”.

Il sindaco Giuseppe Sala, intanto, conferma che “reperire gli alloggi per gli studenti è un punto dolente ma ci stanno lavorando. L’iniziativa più recente è quella di piazza Ferrara che diventerà uno studentato del Politecnico da 213 posti. Poi c’è l’appalto di Milano-Ripamonti da 700 posti, quello vicino a Iulm e Bocconi.

Inoltre il Villaggio olimpico da 1.400 posti letto dopo il 2026 ospiterà studenti e la rigenerazione dell’area Goccia-Bovisa avrà il suo cuore in uno studentato del Politecnico, il campus X da circa 1.100 posti letto. Non solo.

Il nuovo campus Mind ospiterà le facoltà scientifiche della Statale ma avrà anche 400 posti letto. A settembre era stato inaugurato un nuovo studentato da 156 posti letto alla Bicocca, l’U42. Nel nuovo Bosco urbano, dove sarà costruito Locos, nuovo campus di Bicocca, saranno disponibili 104 alloggi che aumenteranno a 544 unità grazie ad altri interventi disseminati in tutta la città.