Disabilità e inclusione: A Palazzo Pirelli l’evento conclusivo di ”Young Inclusion”

scritto da: Benedetta Maffioli | 19 Luglio 2022


L’ Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli ha ospitato l’iniziativa “Musica che include”, evento di chiusura del progetto “Young Inclusion” che ha lo scopo di recuperare e prevenire situazioni di grave marginalizzazione di giovani attraverso la costruzione e il consolidamento di community care per disabili, donne in situazione di disagio e ragazze con disturbo di personalità borderline.


Il progetto si è concluso dopo 36 mesi di attività, durante i quali ha ricevuto 1 milione e 200mila euro di finanziamento per sostenere varie azioni inclusive, tra cui la promozione di attività di musicoterapia presso la cooperativa Sim-Patia di Valmorea (CO), che opera con persone con grave disabilità fisica.
dich ha detto Irma Missaglia, Presidente della Cooperativa Sim-PatiaL’evento finale ha ospitato una dimostrazione delle tecniche musicoterapeutiche adottate presso la cooperativa comasca, con canto e strumenti, insieme a un’esibizione dell’Infinity Ensemble, la band che unisce ospiti di Sim-Patia con giovani normodotati allievi della scuola di musica Infinity Sound di Cavallasca (Co).



Laura Rossi – Professoressa di letteratura russa Università Statale di Milano
Sei nomi che non sono solo questo, dei nomi. Ma sono piuttosto le loro stesse azioni. Possono anche essere lontane nel tempo, ma non smetteranno mai di soffiare tra i rami degli alberi, ricordandoci che ognuno, anche nel proprio piccolo, può fare la propria parte per il bene dell’umanità.